Tonsillite cronica

Sintomi
Le tonsille sono organi costituiti da tessuto linfatico. Questi organi, nel loro complesso, costituiscono una parte importante del sistema difensivo immunitario delle prime vie aeree. La loro azione si esplica, tuttavia, quasi esclusivamente nei primi anni di vita.
Col termine di “tonsillite cronica” si intende un’infiammazione delle tonsille palatine (che si possono apprezzare aprendo la bocca), in genere su base infettiva.
Nella maggior parte dei casi l'infezione, se correttamente diagnosticata e curata, guarisce completamente senza creare alcun danno.
Talvolta, tuttavia, le tonsilliti dell'infanzia e le tonsilliti dell'adulto tendono a recidivare 6/7 episodi nel corso di un anno. In questi casi i germi, che più frequentemente causano l'infezione, sono gli streptococchi.
Di loro esiste un tipo particolarmente aggressivo (streptococco beta emolitico di gruppo A) che può essere responsabile dell'evoluzione delle tonsilliti in reumatismo articolare acuto (affezione ben più grave che coinvolge l'intero organismo) nonché di altre gravi complicazioni come l’ascessotonsillare (in cui l'infezione dalle tonsille si diffonde formando una raccolta di pus, che deve essere sempre prontamente evacuata con un intervento chirurgico d'urgenza) e lasetticemia (quando l’infezione attraverso al sangue si diffonde in tutto l'organismo).

 

 

Diagnosi
La diagnosi delle tonsilliti croniche è eseguibile mediante un esame del cavo orale in cui sarà possibile evidenziare l'infiammazione della gola e delle tonsille, che appaiono aumentate di volume, arrossate e talvolta ricoperte da "placche".
Per confermare la diagnosi, con febbre alta e dolorosa si può eseguire un tampone faringeo, ossia raccogliere con un apposito strumento una parte della secrezione sulle tonsille che verrà in seguito inviata al laboratorio di microbiologia.

 

 

Terapia
Nel caso in cui sia fatta diagnosi di tonsillite sarà utile assumere farmaci antinfiammatori per ridurre la febbre ed il dolore. A questi verrà associata una terapia antibiotica.
Nel caso in cui la tonsillite si ripresenti più volte nel corso dell’anno vi sarà l’indicazione all’asportazione delle tonsille. Tale intervento viene attualmente effettuato mediante un bisturi al plasma, di nuova generazione, che permette di annullare quasi il dolore post-operatorio ed il rischio di sanguinamento
Cenno a parte merita l’indicazione assoluta ad asportare le tonsille, costituita dalla presenza di "apnea ostruttiva del sonno da ipertrofia adenotonsillare", dovuta all'ostruzione meccanica (determinata dalle grosse dimensioni delle tonsille) delle vie aeree.

 

 

Decorso post-operatorio
Il decorso post-operatorio è generalmente privo di complicanze. L’unico vero rischio è rappresentato dal possibile sanguinamento post-operatorio che tuttavia, come accennato precedentemente, è stato reso praticamente inesistente grazie all’utilizzo del bisturi al plasma
Questo presidio, inoltre, riduce di molto il dolore, che è presente, solo in forma lieve, il giorno successivo l’intervento chirurgico.

Le uniche attenzioni da tenere sono rappresentate da: una dieta morbida ed a temperatura ambiente nei primi 10 giorni dopo l’intervento ed evitare l’intensa attività fisica per almeno 15 giorni.

CONTATTI IN DETTAGLIO

Sede amministrativa
Via Cola di Rienzo 28
00192 Roma
P.IVA 11730241004
T (+39) 06 93379588 - 93379589
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede operativa
presso la clinica Quisisana
Via Gian Giacomo Porro, 5
00197 Roma

Designed by Ostars.net
Scroll to Top