Articoli

Deviazione del setto nasale

Sintomi
La deviazione del setto nasale è una patologia caratterizzata dal disallineamento del setto nasale rispetto alla linea mediana. La deviazione del setto nasale può essere di natura traumatica o congenita e determina disturbi respiratori conseguenti alla riduzione del volume delle cavità nasali.
Il paziente avverte una ostruzione al flusso aereo, mono o bilaterale. Ne consegue la comparsa di una respirazione orale che può provocare secchezza delle strutture faringee e laringee, con aumento del rischio di infiammazioni che possono cronicizzare. Alla deviazione settale possono conseguire anche sinusiti ricorrenti, ipertrofia dei turbinati ed otiti.

 

Diagnosi
Il problema è diagnosticabile con una semplice rinoscopia anteriore, cioè una visualizzazione diretta della cavità nasale mediante specifici strumenti. La rinoscopia anteriore e la rinoscopia con l’ausilio delle fibre ottiche possono mettere in evidenza una deviazione del setto nasale, con significativa riduzione dello spazio all’interno delle fosse nasali.
Le fibre ottiche, precedentemente menzionate, possono essere rigide o flessibili , con dimensioni ed angoli di visione molteplici, così che introdotti nel naso permettono di visualizzare con precisione zone non altrimenti visibili
Accanto ad una valutazione diretta è assolutamente necessaria, una misura oggettiva della funzionalità respiratoria nasale, mediante una rinomanometria. L’esame è assolutamente semplice e non invasivo, e permette di valutare la resistenza che ciascuna cavità nasale offre al passaggio dell’aria.
Uno studio mediante Tomografia Assiale Computerizzata (Tc), anche se non sempre necessaria, permette, infine, di indagare la sede e l'entità della deviazione, le eventuali patologie associate e di programmare l’intervento chirurgico.

 

 

Terapia
Il trattamento della deviazione del setto nasale è puramente chirurgico. La settoplastica (plastica del setto nasale) rappresenta la metodica chirurgica di elezione. In alcuni casi è possibile associarla ad interventi di rinoplastica al fine di correggere deformità maggiori o per risolvere una deformità estetica. L'intervento di settoplastica viene svolto in anestesia generale con esposizione e rimodellamento della porzione osteo-cartilaginea deviata. Il tamponamento nasale post-operatorio deve durare 2-4 giorni, al fine di mantenere in asse in setto e di prevenire eventuali sanguinamenti. In caso di presenza di ipertrofia reattiva dei turbinati (soprattutto gli inferiori) si può rendere necessario associare alla settoplastica un intervento di decongestione chirurgica dei turbinati al fine di poter garantire un adeguato flusso aereo.
L'intervento avviene, in genere, in regime ambulatoriale (cioè con dimissione a poche ore dall’intervento).

 

Decorso post operatorio
Il decorso è generalmente senza complicanze. In base alla tecnica chirurgica utilizzata, a volte, è necessario eseguire un tamponamento nasale. I tamponi vengono rimossi dopo 2-4 giorni e la loro rimozione NON è dolorosa. Questo perché i tamponi nasali da noi utilizzati sono di un materiale (Lyofoam®) che ha la caratteristica di restare molto morbido senza aderire alle pareti del naso e possono essere rimossi senza alcun fastidio per il Paziente.
Non saranno presenti ne lividi ne gonfiori. Il dolore postoperatorio, se presente, si controlla facilmente con terapia antidolorifica. Non ci sono precauzioni particolari da seguire, fatta eccezione per l’evitare intensa attività fisica nei giorni immediatamente successivi l’intervento.

Dopo circa 10 giorni dall'intervento si ristabilirà completamente la normale respirazione nasale.

CONTATTI IN DETTAGLIO

Sede amministrativa
Via Cola di Rienzo 28
00192 Roma
P.IVA 11730241004
T (+39) 06 93379588 - 93379589
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sede operativa
presso la clinica Quisisana
Via Gian Giacomo Porro, 5
00197 Roma

Designed by Ostars.net
Scroll to Top